Biografia

Diplomatosi brillantemente in chitarra classica presso il Conservatorio di Trento, ha intrapreso gli studi di composizione studiando con M. Priori, N. Straffelini e si laurea col massimo dei voti con C. Scannavini, M. Pagotto e  P. Furlani; successivamente ottiene la specializzazione in “Composizione – Musica e Immagine” con lode presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto (TV).

La sua grande passione per la composizione lo porta già dal 1994 a scrivere pezzi per vari organici eseguiti in manifestazioni e stagioni musicali in Italia e all’estero (Giappone, Canada, Brasile, Repubblica Ceca, Belgio, Inghilterra, Spagna, Portogallo, …), ottenendo sempre ampi consensi di pubblico e di critica.

Ha ricevuto commissioni da parte di importanti enti musicali e festivals:  Guimarães 2012 European Capital of Culture, Accademia Filarmonica Romana, Teatro Donizetti di Bergamo, Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “A. Pedrotti”, Società Filarmonica di Trento, Museo d’Arte Contemporanea di Torino, Associazione Filarmonica di Rovereto, Stagione Concertistica degli “Incontri Musicali Narnesi”, Festival Musica ‘900, Stagioni Musicali Meranesi, Festival Regionale di Musica Sacra di Trento; o da gruppi quali l’Asaka-Reimei Highschool Choir (Giappone) e il Contemporanea Ensemble di San Paolo (Brasile).

Alcune sue composizioni, oltre ad essere state eseguite da Nouvel Ensemble Moderne, Kanagawa Philharmonic Orchestra, Orchestra della Fondazione “A. Toscanini” di Parma, Orchestra ICO della Magna Grecia, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra JFutura, Arriaga Quartet, Ars Trio di Roma, Duo Pepicelli, Giovanni Sollima, Maurizio Dini Ciacci, Isabella Turso e altri importanti artisti italiani e non, sono state trasmesse anche da emittenti radiofoniche e televisive nazionali (RAI).

E’ stato premiato in numerosi concorsi tra i quali:
• Festival Internazionale del Film – 4FilmFestival di Bolzano (2008)
• Concorso Internazionale di Composizione “2 agosto” di Bologna (2005)
• Concorso Internazionale di Composizione “2 agosto” di Bologna (2004)
• Diploma d’Onore al Tournoi International de Musique (Parigi 2004)
• Concorso Internazionale di Composizione per l’infanzia “Suoni di Fiaba” (Vittorio Veneto – TV, 2004)
• Concorso Internazionale di Composizione “Egidio Carella” (Val Tidone – PC, 2004)
• Concorso Internazionale di Composizione per strumento solo (Povoletto – UD, 2002)
• Concorso Internazionale di Composizione Chitarristica “Paolo Barsacchi“ (Viareggio – LU, 2000)

Ha pubblicato per le Edizioni Musicali Wicky di Milano, Edizioni Berben di Ancona, E.E.M. Edizioni Musicali, Harlock di Bolzano, Edizioni DIMI di Roma e ha al suo attivo CD e DVD anche di etichette giapponesi.

Ha frequentato corsi e seminari con Gavin Bryars, e relativamente alla composizione di musica per film, con Helmut Imig, Gunter A. Buchwald e con il “Premio Oscar” Luis Bacalov all’Accademia Chigiana a Siena ottenendo il Diploma di Merito ed una borsa di studio.

Nel 2008 ha ricevuto il “Premio Demattè”: riconoscimento alla cultura e alla sua carriera.

Personalità sempre in fermento e alla ricerca di implementare ed espandere la propria espressione artistica attraverso l’osservazione e lo studio della contemporaneità nonchè l’utilizzo di forme d’arte affini. Decisivo infatti è stato l’incontro con Valerio Murat, che lo ha introdotto al linguaggio della fotografia, dell’editing e montaggio video da utilizzare e sviluppare in stretta connessione alla musica (acustica e/o elettronica) allargando il concetto compositivo verso una sperimentazione intermediale; un’ennesima conferma arrivata con riconoscimenti e numerosi apprezzamenti da importanti personalità del settore e d’oltre oceano.

Dal 2008 al 2014 è stato docente di Teoria e pratica per la danza e Laboratorio musicale al Liceo Musicale – Coreutico “F. A. Bonporti” di Trento. Attualmente insegna Chitarra classica, Cultura musicale ed Educazione corale presso la Scuola di Musica “I Minipolifonici” di Trento.

Dal 2014 si avvicina alla musica antica come ulteriore approfondimento personale: attraverso una cultura apparentemente lontana ricerca quella genuinità necessaria per reinterpretare la propria visione del presente; inizia pertanto con Pietro Prosser lo studio dell’arciliuto. Svolge attività concertistica esibendosi con diverse formazioni in Italia e all’estero.